Shema.it

VATICANO – L’Arcivescovo Dal Toso: “La missione è di ogni battezzato: crescono laici e famiglie missionarie”

Città del Vaticano (Agenzia Fides) – “Il senso profondo della Giornata Missionaria Mondiale (GMM) è quello di tenere vivo il senso della missione in tutti i battezzati. In questo momento storico, acquista più forza l’elemento dell’universalità della Chiesa, che guarda al mondo intero. Mentre l’umanità vive il tempo della pandemia, si comprende come siamo profondamente legati gli uni agli altri. La Giornata Missionaria, a livello ecclesiale, vuole contribuire a tenere vivo anche l’elemento dell’universalità della fede: nessuno crede da solo, tutti siamo legati dalla fede in Cristo, a prescindere dal luogo in cui viviamo”: è quanto dice all’Agenzia Fides l’Arcivescovo Giampietro Dal Toso, Segretario aggiunto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli e Presidente delle Pontificie Opere Missionarie (POM), in vista della celebrazione della Giornata Missionaria Mondiale, che si celebra il 18 ottobre 2020
Rimarca l’Arcivescovo: “Siamo grati al Papa perché, nel suo Messaggio, dal titolo ‘Eccomi, manda me’ mette in luce l’aspetto della responsabilità e della risposta di ogni battezzato e sottolinea l’aspetto vocazionale non viene mai meno: abbiamo bisogno di persone che dedichino la vita all’annunzio del Vangelo, nello specifico alla missione ad gentes. Speriamo e preghiamo che lo Spirito santo possa suscitare nei giovani la vocazione specifica ad annunciare il Vangelo nelle terre di missione. La Giornata Missionaria è anche una giornata di preghiera: teniamo presente, nella preghiera per le missioni, anche la domanda di sempre nuovi “operai della vigna del Signore”, pronti a donare la vita per Lui”.

Un aspetto importante, sottolineato anche nel Dossier che sarà pubblicato dall’Agenzia Fides il 16 ottobre, in occasione della GMM, è la crescita dei missionari laici e delle famiglie missionarie: “E’ un dato molto confortante non solo dal punto di vista numerico, ma soprattutto perché indica che tutti – non solo i sacerdoti e i consacrati – si sentono responsabili della missione evangelizzatrice della Chiesa”, dice mons Dal Toso che racconta un episodio: “La scorsa settimana alla Direzione delle POM a Vienna hanno premiato alcuni missionari: su tre, due esperienze erano famiglie missionarie. Esistono grandi realtà nella Chiesa che inviano famiglie intere in missione, come il Cammino Neocatecumenale, perché la famiglia in sé testimonia la fede ed evangelizza. E’ un dato importante perchè realizza quanto detto nel Mese missionario straordinario, celebrato lo scorso anno: ‘Battezzati e inviati’. E’ il battesimo che ci fa cristiani e, in quanto cristiani, siamo testimoni e annunciatori di Cristo”.

La Giornata Missionaria è anche il momento della colletta globale per il Fondo universale di solidarietà con cui le Pontificie Opere Missionarie sostengono le giovani Chiese: “La colletta universale fa parte, sin dall’inizio, della Giornata Missionaria: alla preghiera per le missioni si aggiunge l’aspetto caritativo. Come ogni anima ha bisogno di un corpo, le Chiese hanno bisogno di strutture e personale: questo richiede un impegno economico. Di recente il Papa ha istituito presso le POM uno speciale fondo a favore delle giovani Chiese colpite dal Covid-19. Nonostante le difficoltà di questo momento storico, facciamo appello alla generosità dei fedeli: grazie all’impegno delle Direzioni nazionali delle POM, si potrà andare al di là della colletta domenicale e utilizzare, ad esempio, forme e metodi di donazioni in denaro tramite il web”.

(PA) (Agenzia Fides 13/10/2020)

Le migliori notizie per te

Ricevi le notizie importanti via email. Lascia il tuo indirizzo

Sono consapevole che le email sono gestite con MailChimp ( more information )

La tua privacy è importante: non diffonderemo mai il tuo indirizzo email. In ogni momento potrai annullare l'iscrizione

Exit mobile version