Madrid, forte esplosione in centro parrocchiale

Spagna: arcidiocesi di Madrid, forte esplosione oggi pomeriggio in un edificio della parrocchia Virgen de la Paloma. Card. Osoro, “prego per le vittime”

Una forte esplosione, probabilmente dovuta ad una fuga di gas, ha distrutto i piani alti di un complesso parrocchiale nel centro di Madrid.

Dalle immagini che circolano in rete si vede, appeso sulla facciata dell’edificio, lo striscione che annuncia le catechesi del Cammino Neocatecumenale in parrocchia.

Potrebbero esserci delle vittime ed alcuni feriti sono stati portati in ospedale, uno in gravi condizioni. Nello stabile è divampato un incendio e non si esclude il pericolo per eventuali crolli per lesioni strutturali causate dall’esplosione.

L’edificio situato en calle de Toledo, adiacente alla chiesa parrocchiale, ospitava sale della Caritas parrocchiale, appartamenti per i presbiteri e le sale del Catecumenium parrocchiale per le comunità neocatecumenali.

Il telegramma di Papa Francesco

Telegramma del Santo Padre, a firma del Cardinale Segretario di Stato, per le vittime della deflagrazione avvenuta a Madrid, 20.01.2021
[B0038]

Pubblichiamo di seguito il telegramma di cordoglio per le vittime della deflagrazione avvenuta questo pomeriggio a Madrid inviato, a nome del Santo Padre Francesco, dal Cardinale Segretario di Stato Pietro Parolin all’Arcivescovo di Madrid, l’Em.mo Card. Carlos Osoro Sierra:

Telegramma

SU EMINENCIA CARDENAL CARLOS OSORO SIERRA
ARZOBISPO DE MADRID

EL SANTO PADRE, TRAS CONOCER LA DOLOROSA NOTICIA DE LA GRAVE EXPLOSIÓN OCURRIDA EN un edificio de la calle TOLEDO en MADRID, DESEA HACER LLEGAR A VUESTRA EMINENCIA, AL CLERO Y A TODOS LOS HIJOS DE ESE AMADO PUEBLO, SU CERCANÍA Y AFECTO EN ESTOS DUROS MOMENTOS.

ASÍ MISMO, SU SANTIDAD ELEVA ORACIONES AL SEÑOR Y ENCOMIENDA MUY ESPECIALMENTE A SU MISERICORDIA EL ETERNO DESCANSO DE LAS VÍCTIMAS, ASÍ COMO A LOS HERIDOS Y A SUS FAMILIAS. EL PAPA FRANCISCO, INVOCANDO LA MATERNAL INTERCESIÓN DE nuestra señora de la ALMUDENA, LES IMPARTE DE CORAZÓN LA CONFORTADORA BENDICIÓN APOSTÓLICA, COMO SIGNO DE ESPERANZA CRISTIANA EN EL SEÑOR RESUCITADO.

CARDENAL PIETRO PAROLIN
SECRETARIO DE ESTADO

I messaggi di cordoglio

Numerosi i messaggi di cordoglio e di invito alla preghiera sui social.

Uniti in preghiera per i fratelli della parrocchia della Paloma di Madrid. Per i morti, le loro famiglie, il parroco. La Catalogna sarà sempre in debito con questa parrocchia da dove sono usciti i primi catechisti che hanno annunciato il Kerygma nella nostra terra, in particolare il P. Antonio Garcia, morto in un incidente aereo a Barajas, e P. Felix Villegas, deceduto alcuni anni fa di cancro e di santità. RIP

https://www.facebook.com/250384378468893/posts/1810065445834104/

La scorsa notte è morto il presbitero coinvolto nell’esplosione.

Il funerale di padre Rubén e David sarà trasmesso su YouTube nel canale della parrocchia.

Il messaggio dell’Arcivescovo di Madrid

Ieri pomeriggio, intorno alle 15, a Madrid c’è stata una forte esplosione per una possibile fuga di gas in un edificio appartenente alla parrocchia della “Virgen de la Paloma y San Pedro el Real”, ubicato a via Toledo, 98. Alle tre vittime accertate ieri sera, si legge sul sito dell’arcidiocesi di Madrid, dopo l’1,30 di stanotte se n’è aggiunta una quarta: il giovane sacerdote Rubén Pérez Ayala, di 36 anni, che era stato trasportato in ospedale per le ferite, al quale ha amministrato l’unzione degli infermi suo fratello Pablo, anch’egli sacerdote diocesano.
Pérez Ayala, ricorda l’arcidiocesi, è stato ordinato sacerdote dall’arcivescovo di Madrid, card. Carlos Osoro, lo scorso mese di giugno dopo che si era formaton el seminario Redemptoris Mater di Madrid. “Ho avuto l’esperienza in tutto questo tempo del seminario che la felicità non sta nel viverla tutta per sé, ma nel donarsi agli altri”, aveva detto don Pérez Ayala, in un’intervista sulla sua vocazione sul sito dell’arcidiocesi, lo scorso anno.
La parrocchia della “Virgen de la Paloma y San Pedro el Real” era stata la prima dove aveva esercitato il ministero sacerdotale. Nella prima messa presieduta, lo scorso mese di giugno, aveva invitato i fedeli a “guardare al Signore, a confidare in Lui”. “Quando arrivano le difficoltà – aveva aggiunto – gridiamo al Signore”. E aveva concluso: “Sperimenterai che il Signore è la tua tranquillità.Che possiamo provare la gioia che il Signore è con noi”.

Le migliori notizie per te

Ricevi le notizie importanti via email. Lascia il tuo indirizzo

Sono consapevole che le email sono gestite con MailChimp ( more information )

La tua privacy è importante: non diffonderemo mai il tuo indirizzo email. In ogni momento potrai annullare l'iscrizione

Giovanni Nocera

Ho pensato e curo personalmente Shema.it dal 2018, per raccogliere e raccontare notizie sulla nuova evangelizzazione promossa dal Cammino Neocatecumenale.

Sono sposato e padre di tre bambini. Nato ad Agrigento, vivo a Roma da più della metà della mia vita.

4 commenti

  1. Tra i dispersi c’e un padre di famiglia, parte del Cammino, e sposato con 4 figli, si chiama David. Perfavore pregate che lo trovino e che se è nella volontà del Signore, che sia vivo.

    1. Grazie, se hai altri aggiornamenti facci sapere.

  2. Com’è la situazione oggi?

  3. La scorsa notte è morto il presbitero, Ruben, coinvolto nell’esplosione. Ho aggiornato l’articolo con il link della diretta del funerale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *